seggiolini per auto

Seggiolini per auto, nuovo DDL per la sicurezza dei bambini Lascia un commento

I seggiolini per auto saranno protagonisti di un’importante introduzione nel corso del prossimo anno.

A partire dal gennaio 2019 infatti i seggiolini per auto dovranno montare il sistema anti-abbandono promosso dalla legge Meloni che prevede l’installazione obbligatoria di sistemi di allarme acustici per prevenire le morti dei bambini dimenticati in auto.

Per l’approvazione definitiva manca solo il sì del Senato.

Seggiolini per auto, come funziona il sistema anti-abbandono.

Anche se al momento sono poche le aziende che hanno predisposto il sistema di seggiolini anti-abbandono, quelli già presenti sul mercato funzionano più o meno allo stesso modo.

Chicco, per esempio, ha collaborato con Samsung per realizzare un dispositivo da integrare nel seggiolino che possa connettersi via Bluetooth allo smartphone, attraverso un’applicazione dedicata.

Quando il genitore o parente sale in macchina, i seggiolini per auto e lo smartphone vengono connessi (naturalmente dopo la prima configurazione). I sensori riescono a percepire, rilevando il peso, la presenza del bambino.

Una volta verificato lo stato di occupazione del seggiolino per bambini vengono attivati due tipi di allarmi:

  • Il primo scatta se il telefono si allontana troppo dall’auto ed invia una notifica sullo smartphone;
  • Il secondo allarme invece invia un SMS ai numeri di emergenza impostati in fase di configurazione con la posizione dell’auto.

Un’alternativa particolarmente interessante è stata progettata da alcuni studenti della provincia di Arezzo. Il loro sistema prevede l’abbassamento contemporaneo dei finestrini così che il bambino sui seggiolini possa ricevere aria fresca senza rischiare il soffocamento.

Altre soluzioni per i seggiolini per auto

Oltre ai seggiolini per bambini nel loro insieme, sul mercato sono già presenti alcuni dispositivi che possono salvare la vita dei piccoli passeggeri.

Ci sono sistemi di allarme come Remmy, realizzato da due italiani, che consiste in un allarme collegato al seggiolino e un sensore di rilevamento presenza. Quando l’auto si ferma, senza corrente, se il bambino è sul seggiolino scatta l’allarme.

Il Comune di Corbetta (Milano) con la collaborazione dell’Associazione Tenace ha invece pensato ad un bracciale che dev’essere indossato dal guidatore.

Questo monile non ha batterie, non suona, non può scivolare dal polso ed è colorato di rosso con impressa la scritta “Bimbo in auto” per aiutare a ricordarsi del piccolo sul sedile posteriore.

Nell’ambito dei sensori, invece, c’è Driver’s little helper, un piccolo dispositivo che si installa sul seggiolino e, grazie alla connessione con lo smartphone, manda avvisi nel caso in cui il bimbo si muova, se rimane in auto e anche se la temperatura interna del veicolo sia troppo elevata.

Oltre a questo, abbandonando i dispositivi fisici, esistono anche diverse App per smartphone sviluppate e distribuite, molto spesso gratuitamente, per la sicurezza dei bambini in auto. Risultano essere molto comode perché la maggior parte di genitori e parenti possiede uno smartphone.

Tra le più famose c’è Waze (iOSAndroid) che tra le impostazioni offre il “promemoria bimbo in auto” quando si parte. Una volta raggiunta la destinazione, l’app-navigatore avvisa il guidatore di controllare l’abitacolo.

Un buon compromesso, in attesa che l’obbligatorietà dei seggiolini con sensori diventi legge.

Seggiolini per auto, la sicurezza prima di tutto

Sin dai primi giorni di vita del bambino, anche per brevi tragitti, i genitori devono utilizzare seggiolini, ovetti e navicelle.

E’ importante non dare per scontato che un breve tratto di strada, percorso in città, possa non essere pericoloso: si tratta dei percorsi dove si verifica la più alta percentuale di incidenti.

Tenere tra le proprie braccia un bambino è utile in moltissimi casi ma non in auto perché nell’abitacolo un’abbraccio non garantisce alcuna protezione.

E’ fondamentale tenere presente che:

  1. Gli incidenti d’auto sono tra le prime cause di morte tra i bambini
  2. La maggior parte degli incidenti si verificano su strade urbane
  3. 6 bambini su 10 non viaggiano sul seggiolino auto o con dispositivi di ritenuta adeguati
  4. Un bimbo di 10 kg in un impatto a soli 50 km/h produce un forza  di 200 kg
  5. L’uso del seggiolino auto riduce il rischio di:
    • lesioni gravi sino al 90 %
    • morte sino al 70 %  sotto l’anno
    • morte sino al 50 % nella fascia da 1 a 4 anni.

La vita di un bambino vale molto più che un capriccio quando dovesse rifiutarsi di sistemarsi sul seggiolino per auto. La stessa decisione e fermezza sull’uso del seggiolino va anche adottata quando il bambino dovesse essere trasportato da parenti o amici e, in tutti i casi, devono essere allacciati con le cinture di sicurezza dell’auto o del seggiolino.

Quali seggiolini per auto scegliere?

Come per i passeggini, anche per i seggiolini per bambini l’estetica è il fattore meno importante perché il colore o il tessuto non incidono assolutamente sul livello di sicurezza.

Il seggiolino, per garantire la salute del piccolo passeggero e adempiere agli obblighi di legge, va scelto in base a peso ed altezza del bambino.

  • Gruppo 0: le navicelle, dalla nascita a 10 kg, adatte per i piccolissimi e, se omologate, devono essere disposte sui sedili posteriori in senso trasversale;
  • Gruppo 0+: gli ovetti, dalla nascita sino a 13 kg, posizionati sui sedili posteriori sempre in senso contrario a quello di marcia, con obbligo di disattivazione dell’airbag se presente;
  • Gruppo 1: bambini dai 9 ai 18 kg posizionati sui sedili posteriori rivolti solo ed esclusivamente verso il senso di marcia;
  • Gruppo 2: bambini dai 15 ai 25 kg posizionati sui sedili anteriori o posteriori rivolti nel senso di marcia
  • Gruppo 3: bambini dai 22 ai 36 kg posizionati sui sedili anteriori o posteriori rivolti nel senso di marcia.

Con la normativa ECE 129 (i-Size) è stato introdotto l’obbligo dello schienale per  tutti i seggiolini auto per bambini sotto i 125 cm di altezza (per prodotti di nuovo sviluppo)  e del seggiolino auto rivolto in senso contrario  a quello di marcia fino a 15 mesi.

L’utilizzo dei dispositivi di ritenuta è un obbligo di legge: chi non lo rispetta è soggetto ad una sanzione da 80 a 323 euro oltre alla sospensione della patente da 15 giorni a due mesi nel caso di due sanzioni per la stessa infrazione nell’arco di due anni.

Importante ricordare:

  • Il trasporto in braccio ad un adulto non protegge il bambino
  • la normale culla del bambino non deve mai essere utilizzata in auto
  • il seggiolino va rivolto in senso contrario alla direzione di marcia fino ai 15 mesi di età del bambino
  • ​obbligo di uno schienale per tutti i seggiolini auto per i bambini sotto i 125 cm d’altezza (per prodotti di nuovo sviluppo)
  • Il sedile posteriore centrale è il più sicuro (altrimenti meglio quello di destra)
  • Inserire il blocco porte se il seggiolino è fissato vicino ad una portiera
  • Disattivare l’airbag se il seggiolino è posto sul  sedile anteriore nel senso di marcia.

Dal 2017 coesistono due norme  europee  di omologazione dei sistemi di ritenuta (seggiolini, ovetti, navicelle) con un sistema differente di classificazione:

  • la ECE R44 basata sul peso del bambino;
  • la ECE R129 (i-Size) che affianca  la precedente con molte novità, tra cui la classificazione in base all’altezza del bambino.

Controllare sempre la presenza dell’etichetta di omologazione europee.

La norma i-Size prevede anche:

  • l’omologazione per la protezione da impatti laterali
  • obbligo dell’attacco ISOFIX per i prodotti dedicati ai bambini più piccoli (fino a 105 cm di altezza).

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Utilizziamo i cookie per offrirti la migliore esperienza online. Prosegui, accettando l'utilizzo dei cookie in conformità con la nostra politica.

Privacy Settings saved!
Impostazioni

Quando visiti un sito Web, esso può archiviare o recuperare informazioni sul tuo browser, principalmente sotto forma di cookies. Controlla qui i tuoi servizi di cookie personali.

Questi cookie sono necessari per il funzionamento del sito Web e non possono essere disattivati nei nostri sistemi.

Cookie tecnici per il corretto funzionamento del sito in tutte le sue parti.
  • wordpress_test_cookie
  • wordpress_logged_in_
  • wordpress_sec
  • woocommerce_cart_hash
  • woocommerce_items_in_cart
  • _iub_cs-83030449
  • redux_current_tab_get
  • redux_current_tab

Rifiuta tutti i Servizi
Accetta tutti i Servizi